lunedì 16 gennaio 2017

Empress Josephine & the Fortune Teller.



Probabilmente il nome di M.lle Lenormand non dice nulla a molti di noi, oggi,



Josef Danhauser (1805 - 1845), Neapoleon &  Josephine with the Card Reader.



ma durante il periodo napoleonico ella era la più famosa cartomante dell'intera Francia, conosciuta praticamente ovunque per la sua bravura, ed essendo l'Imperatrice Joséphine di origini creole e perciò appartenente ad una cultura in cui tanta parte aveva la componente legata a superstizioni e scaramanzie, non poteva vivere lontano da una persona che fosse in grado di guidare le sue scelte predicendo il suo futuro, il che ci aiuta a comprendere perché la celebrità di Marie-Anne Adelaide Lenormand fu altresì accresciuta ed impreziosita dal plauso di cui godeva negli ambienti della corte parigina.

“Madamoiselle le Normand was born in 1768, and was already celebrated as a fortune-teller so early as 1790. She is said to have predicted to the unfortunate Princess de Lamballe her miserable death at the hands of the infuriated populace. She is also reported to have been frequently visited and consulted by Robespierre and St Just; to have reported his downfall to Danton, at that time the idol of the people; to have warned the famous General Hoche of his approaching death by poison; to have foretold to Bernadotte a northern throne, and to Moreau exile and an untimely grave.”1

Si dice che ella fece previsioni anche su altri illustri personaggi, quali l'autore Germaine de Staël e lo zar Alessandro I di Russia, ma fu per lo stretto legame che nacque con l'Imperatrice Joséphine che Mademoiselle Lenormand viene principalmente ricordata.



La prima, amata moglie di Napoleone era fortemente affascinata dall'occulto, cosa che costui viveva con estrema frustrazione, era interessata ai tarocchi, alla negromanzia e ad altre arti esoteriche, ed era talmente ammaliata dalla chiaroveggente che ella sarebbe diventata una delle sue più strette confidenti; va da sé che per tramite di questo legame un'illustre fama venne assicurata a Mademoiselle Lenormand.

Anche se non era gradita a tutti e più volte si trovò a trascorrere alcuni giorni in prigione fu sempre solo per brevi periodi: fu dapprincipio incarcerata per aver tentato di salvare la Regina Maria Antonietta dall'esecuzione, per l'accusa di aver previsto con successo l'esecuzione di Robespierre, per aver  predetto l'ascesa di Luigi Filippo al trono, il divorzio di Joséphine da Napoleone, la caduta di Napoleone e la sua morte in esilio. 

Ovviamente queste ultime predizioni fecero accapponare la pelle all'imperatore - Napoleone era fortemente preoccupato dalla notizia della propria morte e l'interesse persistente di sua moglie per Mademoiselle Lenormand fu spesso origine di conflitti tra di loro. 

“The Empress Josephine, who, like most creoles, was very superstitious, used frequently to send for Madamoiselle le Normand to the Tuileries, and put great faith in her predictions; which she always asserted in after years had constantly been verified. But, unfortunately for the sybil, she did not content herself with telling Josephine’s fortune, but actually ventured to predict a future replete with malignant influences to the Emperor himself.2

Uno dei brevi periodi in cui la cartomante si trovò in carcere fu proprio mentre Napoleone stava divorziando dalla sua Joséphine nel 1809 per sposare Maria Luisa d'Asburgo-Lorena - matrimonio di pura convenienza, come ben sappiamo, ma che lasciò Joséphine letteralmente distrutta -
evento che la Lenormand le aveva predetto quando lesse il palmo della sua mano due anni prima, ed il fatto che ella fosse così esatta nelle sue previsioni, al punto da indicare il giorno preciso in cui si sarebbe verificato un evento (questo accadde anche in merito alla predizione del giorno della morte di Napoleone in esilio) condusse la polizia segreta francese nel 1811 a chiedere la sua collaborazione.

Nel 1820, tuttavia, Mademoiselle Lenormand lasciò Parigi decisa a cambiare vita,dando avvio ad una carriera d'autrice, scrivendo una serie di opere tra cui il Mémoires de l'Impératrice Joséphine (Memorie dell'Imperatrice Joséphine), opera comprensiva di tre volumi che contiene inoltre aneddoti circa il suo legame con l'imperatrice nonché la copia di una lettera che la stessa Joséphine le scrisse quando ella dovette affrontare la persecuzione. 


Tali memorie furono dedicate alla Zar Alessandro I, il quale, in segno di riconoscimento le fece pervenire anello di diamanti. 

Naturalmente quella di Marie-Anne Adelaide Lenormand fu una figura di grande fascino, tanto che sopravvisse alla sua morte occorsa nel 1843 (ella riposa nel cimitero Père Lachaise a Parigi) e persino Alexandre Dumas, autore de Les trois Mousquetaires (I tre moschettieri), la immortalò nel suo romanzo Les Blancs et les Bleus (I Bianchi e i Blu); se pensiamo che Josephine & John Bowes, collezionisti d'arte di epoca vittoriana e creatori di un museo tutt'oggi esistente, The Bowes Museum presso Barnard Castle, a Newgate, nel Regno Unito, si assicurarono la copia dell'opera scritta da Mademoiselle Lenormand, comprendiamo quanto ella divenne una figura di grande rilievo a cavallo del XVIII e del XIX secolo, non solo per il suo legame con l'imperatrice dei francesi, che peraltro fu fondamentale per la sua carriera, ma per la sua importanza in sé ci è attestata dalla presenza nel museo di un suo ritratto di Jeanne Philiberte Ledoux (1767-1840) 


che appare accanto a quelli degli imperatori.
E che questo curioso personaggio ci affascini ancor'oggi davvero suscita il mio entusiasmo !

Nella speranza di avervi coinvolti con diletto in questa lettura, vi auguro una gioiosa, piacevole giornata,

a presto 💕








BIBLIOGRAFIA:

Captain R. H. Gronow of the Grenadier Guards & M.P. for Stafford, Celebrities of London and Paris, London: Smith, Elder & Co., 1865 



CITAZIONI:

1 - 2Captain R. H. Gronow of the Grenadier Guards & M.P. for Stafford, Celebrities of London and Paris, London: Smith, Elder & Co., 1865, pag.54.  







Probably the name of Mlle Lenormand means nothing to many of us today,



- picture 1



but during the Napoleonic period she was the most famous fortune teller of the whole France, virtually most famous for her skill, and being the Empress Josephine of Creole origins and therefore belonging to a culture in which so much is linked with superstitions, she could not live far from a person who was able to guide her predicting her future, which helps us to understand why the celebrity of Marie-Anne Adelaide Lenormand was also enhanced and enriched by the acclaim she enjoyed in the environments of the Parisian Court.

"Madamoiselle Le Normand nacque nel 1768, e fu presto conosciuta e celebrata come indovina già nel 1790. Si dice che abbia previsto alla malcapitata principessa di Lamballe la miserabile morte che l'avrebbe attesa per mano della popolazione infuriata. Si sa che spesso ricevette visite per essere consultata da Robespierre e da Saint Just; ella predisse a Danton, in quel momento idolo del popolo, la sua caduta, avvertì il famoso generale Hoche della sua morte che si sarebbe approssimata ad opera dell'azione di un veleno, preannunciò a Bernadotte un trono al nord, e a Moreau l'esilio ed una tomba prematura. "1

It is said that she also made predictions about other famous people such as the autor Germaine de Staël and Tsar Alexander I of Russia, but it was for the close bond that was born with the Empress Joséphine which Lenormand is mainly remembered for.



- picture 2



The first, beloved wife of Napoleon was strongly fascinated by the occult, thing that he lived with extreme frustration, was interested in tarot cards, the necromancy and other esoteric arts, and was so enthralled by the clairvoyant that she would become one of the closest confidants of hers; it goes without saying that through this tie such an illustrious reputation was secured in Mademoiselle Lenormand.



- picture 3 on the left - Although not everybody loved her much and she often found herself spending a few days in prison, it was always only for short periods: at first she was imprisoned for trying to save Queen Marie Antoinette from execution, on charges of having provided successfully Robespierre's execution, for having predicted the rise of Louis Philippe to the throne, the divorce of Joséphine by Napoleon, Napoleon's fall and his death in exile.

Obviously these latest predictions made the Emperor's skin crawl - Napoleon was deeply concerned by the news of his death and the continued interest of his wife for Lenormand was often a source of conflict between them.

"L'imperatrice Giuseppina, che, come la maggior parte dei creoli, era molto superstiziosa, era solita far chiamare Madamoiselle Le Normand perchè la raggiungesse alle Tuileries, e riponeva grande fiducia nelle sue previsioni che sempre sono state confermate dagli eventi degli anni a venire. Ma, purtroppo per la Sibilla, non si è limitata a predire il futuro di Josephine, ma si avventurò a prevedere un futuro ricolmo di influenze maligne anche per l'imperatore. "2

One of the shortest periods in which the fortune teller found herself in prison was just when Napoleon was divorcing from his Josephine in 1809 to marry Marie Louise of Habsburg-Lorraine - marriage of pure convenience, as we all well know, but which left Joséphine literally destroyed -



- picture 4 on the right



event that Mademoiselle Lenormand had predicted when she read the palm of her hand two years before, and the fact that she was so accurate in her predictions to the point of indicate the exact date in which an event had to take place (this also happened about the prediction of the day of Napoleon's death in exile) led the French secret police in 1811 to ask for her cooperation !

In 1820, however, Mademoiselle Lenormand left Paris decided to change her life for starting a career as a writer, writing a series of works including the Mémoires de l'Impératrice Joséphine (Memories of the Empress Joséphine), work which includes three volumes and that contains anecdotes about her bond with the Empress as well as a copy of a letter that the same Joséphine wrote to her when she had to face a real persecution.



- picture 5



These memories were dedicated to Tsar Alexander I, who, as a sign of recognition, sent her a diamond ring.

Of course, that of Marie-Anne Adelaide Lenormand was a figure of great charm, so much that survived her death that occurred in 1843 (she is buried in Père Lachaise cemetery in Paris) and even Alexandre Dumas, author of Les Trois Mousquetaires (The Three Musketeers) immortalized her in his novel Les Blancs et les Bleus (The Whites and the Blue); if we think that Josephine & John Bowes, art collectors living during the Victorian era and creators of a still existing museum, The Bowes Museum at Barnard Castle, Newgate, in the UK, made sure to keep the copy of the work written by Mademoiselle Lenormand, we understand how she became a figure of great importance at the turn of the XVIIIth and XIXth centuries, not only for her link with the Empress of the French, which, however, was decisive to her career, but because of her importance itself, attested by the presence in the museum of a portrait of Jeanne Philiberte Ledoux (1767-1840)


- picture 6



that is shown next to those of the emperors.
And that this curious character still fascinates us today arouses my enthusiasm !


Hoping to have involved you with delight in this reading, I wish you a joyful, pleasant day,


see you soon 💕










BIBLIOGRAPHY:

Captain R. H. Gronow of the Grenadier Guards & M.P. for Stafford, Celebrities of London and Paris, London: Smith, Elder & Co., 1865 



QUOTATIONS:

1 - 2Captain R. H. Gronow of the Grenadier Guards & M.P. for Stafford, Celebrities of London and Paris, London: Smith, Elder & Co., 1865, pg.54.  



venerdì 6 gennaio 2017

~ A step into Winter.


There's a certain Slant of light,
Winter Afternoons -
That oppresses, like the Heft
Of Cathedral Tunes -



 Heavenly Hurt, it gives us -
We can find no scar,
But internal difference,
Where the Meanings, are -



None may teach it - Any -
'Tis the Seal Despair -
An imperial affliction
Sent us of the Air -




When it comes, the Landscape listens -
Shadows - hold their breath -
When it goes, 'tis like the Distance
On the look of Death -

Emily Dickinson, J258 (1861) 




•❆•*´¨`*•❆•*´¨`*•❆•*´¨`*•❆•



Like Brooms of Steel
The Snow and Wind
Had swept the Winter Street -



The House was hooked
The Sun sent out
Faint Deputies of Heat -












Where rode the Bird
The Silence tied
His ample - plodding Steed


The Apple in the Cellar snug
Was all the one that played.


Emily Dickinson, J1252 (1873) 







•❆•*´¨`*•❆•*´¨`*•❆•*´¨`*•❆•


Water, is taught by thirst.
Land - by the oceans passed.
Transport - by throe -
Peace - by it's battles told -
Love, by memorial mold -
Birds, by the snow.

Emily Dickinson, J135 ( 1859)



I recorded this video a few years ago at the window of my kitchen during a heavy snowfall




And let me close this post of mine with one last poem by Emily Dickinson, dedicated to all those friends of mine which have a deep sensitivity ....


Nature - sometimes sears a Sapling -
Sometimes - scalps a Tree -
Her Green People recollect it
When they do not die -
Fainter Leaves - to Further Seasons -
Dumbly testify -
We - who have the Souls -
Die oftener - Not so vitally -


Emily Dickinson, J314 (1862) 




With my heart filled with gratitude, I'm awaiting you ...

see you soon 💕








BIBLIOGRAPHIC SOURCE:

Emily Dickinson, EMILY DICKINSON TUTTE LE POESIE, Arnoldo Mondadori Editore, Milano, 1997.


NOTES:

All the photos are taken by me in some of the gardens of Tenuta Geremia so as all the translations from the original poems are made by my own hand.









Vi è un'indubbia Inclinazione della luce,

Nei Meriggi d'Inverno -

Che opprime come gli Accordi

Di un'Austera Cattedrale -



- fotografia 1

- fotografia 2


Ci reca una Celeste Piaga -

Non possiamo trovarne alcun segno,

Ma una differenza interiore,

Che giace laddove stanno i Significati -




- fotografia 3

Nessuno la può insegnare -

Essa è il Sigillo dell'Angoscia -

Un'afflizione solenne

Inviataci dall'Aria -




- fotografia 4

- fotografia 5



Quando arriva, il Paesaggio ascolta -

Le Ombre - trattengono il fiato -

Quando se ne va, ci appare come la Distanza

Nello sguardo della Morte - 


Emily Dickinson, J258 (1861) 





•❆•*´¨`*•❆•*´¨`*•❆•*´¨`*•❆•



Come Scope d'Acciaio

Neve e Vento

Avevano spazzato la Strada dell'Inverno





- fotografia 6



La casa era sprangata

Il Sole inviò

Fiochi Messaggeri di Calore -




- fotografia 7

- fotografia  8

- fotografia 9

- fotografia 10

- fotografia 11

- fotografia 12

- fotografia 13

- fotografia 14

- fotografia  15

- fotografia 16

- fotografia 17


Laddove scorrazzava l'Uccello

Il Silenzio legò

Il suo generoso - possente Destriero




- fotografia 18



La Mela nell'accogliente Cantina

Era la sola a trastullarsi.


Emily Dickinson, J1252 (1873)




- fotografia 19



•❆•*´¨`*•❆•*´¨`*•❆•*´¨`*•❆•





L'acqua ci è insegnata dalla sete.

La terra, dagli oceani traversati.

L'estasi, dallo spasimo.

La pace, dai suoi racconti di battaglie.

L'amore, dalla forma di un ritratto.

Gli uccelli, dalla neve. 


Emily Dickinson, J135 ( 1859)





- VIDEO che registrai qualche anno fa alla finestra della mia cucina durante un'abbondante nevicata.




E permettetemi di chiudere questo mio post con un ultimo poesia di Emily Dickinson, dedicata a tutti quegli amici e lettori dotati di una profonda sensibilità ....


La Natura - talvolta avvizzisce un Alberello -

Talaltra - schioma un Albero -

Il Suo Popolo Verde se ne rammenta

Quando non muore -

Foglie Languide - di Stagioni a Venire -

Taciturne testimoniano -

Noi - che abbiano l'Anima -

Moriamo più sovente - Non in modo così vitale -


Emily Dickinson, J314 (1862) 




Con il cuore colmo di gratitudine, vi aspetto ....

A presto 💕








FONTE BIBLIOGRAFICA:

Emily Dickinson, EMILY DICKINSON TUTTE LE POESIE, Arnoldo Mondadori Editore, Milano, 1997.



NOTE:

Tutte le fotografie sono state da me scattate in alcuni dei giardini di Tenuta Geremia e le traduzioni dai testi originali sono di mio pugno.